Il Counseling, questo sconosciuto … che cos’è ?

Un approccio diverso

Un approccio diverso

Accoglienza

Accoglienza

Prendersi cura

Prendersi cura

Il counseling professionale è una relazione d’aiuto, un’attività finalizzata al miglioramento della qualità di vita del cliente, attivando le risorse personali e le sue capacità di autodeterminazione.

Quando una persona attraversa un momento difficile e ha bisogno di un aiuto, il modo migliore è quello di agevolarla a comprendere la situazione, a gestire le difficoltà ed a fare delle scelte efficaci, partendo dal presupposto che in ognuno di noi ci sono le risorse necessarie per promuovere il proprio benessere.

Per sapere come lavoro nella relazione d’aiuto Clicca qui 

 

Chi è il counselor ?

Il Counseling non è una professione regolamentata ovvero è priva di un Ordine professionale e lo Stato non ne detta i requisiti minimi per il suo esercizio, differentemente da quanto avviene per le cosiddette professioni regolamentate (medico, ingegnere etc).

Il 14 gennaio 2013 il Parlamento italiano ha varato la Legge n.4 (L. 4/2013, Disposizioni in materia di professioni non organizzate) che offre ai singoli professionisti la possibilità di farsi rilasciare da una associazione professionale un attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi ai sensi dell’art. 4 della L.4/2013.

Per ulteriori approfondimenti, puoi consultare il sito dell’Associazione Professionale AssoCounseling a cui sono iscritta cliccando sul logo qui accanto

 

 

A chi è rivolto ?

I colloqui di counseling possono essere utili al singolo individuo, coppie, famiglie, gruppi e istituzioni che stanno attraversando una fase critica nell’ambito personale, sociale, esistenziale, lavorativo, scolastico. Per cui la prestazione può essere erogata in vari ambiti dal privato al sociale, piuttosto che scolastico, sanitario e aziendale.

Quando è utile un intervento di counseling

Il counseling è un viaggio verso la crescita , la responsabilizzazione, la maturazione che viene percorso accompagnato da un professionista alla scoperta di un futuro diverso.

In questo viaggio il counselor non da consigli e si astiene dall’offrire soluzioni o scorciatoie.

Durante la vita accadono delle cose che, pur essendo del tutto normali come la nascita di un figlio, la comunicazione inefficace con un familiare… spesso ci lasciano in una situazione di empasse rispetto alla quale non sappiamo bene come muoverci.


Il counseling è utile quando…
  • dobbiamo prendere una decisione difficile che riguarda la nostra vita personale o professionale;

  • dobbiamo raggiungere un obiettivo che ci siamo posti, ma incontriamo delle difficoltà;

  • ci troviamo di fronte ad una scelta lavorativa;

  • vogliamo riorganizzare le nostre relazioni familiari, magari in seguito ad una separazione o ad un divorzio;

  • i figli diventano grandi e lasciano la loro famiglia d’origine;

  • quei figli siamo noi e non sappiamo più come rapportarci alla nostra famiglia d’origine;

  • si costruisce o si ri-costruisce un nuovo nucleo familiare;

  • incontriamo dei problemi nella vita di coppia;

  • incontriamo difficoltà nella carriera scolastica (ad esempio siamo bloccati nella scelta dell’università o nel sostenere un esame);

  • ci troviamo in delle situazioni dove, da soli, sentiamo di non farcela.